Incarichi orizzontali
Procedure Legge 428 e Legge 223

Settori/Ccnl
Ristorazione Autostradale

Incarichi verticali aziende
Chef Express
Sarni
Aziende speciali (Camere di commercio)
Agenzie riscossione tributi
All Food

Massimo Forti, nato a Civitavecchia, è laureato in Filosofia (indirizzo pedagogico)nel 2001 presso l’Università degli studi La Sapienza di Roma. Da subito si occupa di tematiche riguardanti educazione e formazione; dal 2006 ha incarichi di docenza a contratto per Educazione Comparata e, dal 2019, si aggiunge anche quella di Pedagogia Sociale presso l’Università degli Studi Guglielmo Marconi. In questo campo ha pubblicato diversi saggi di livello nazionale ed internazionale (in lingua inglese) .

Dal novembre 2003 lavora presso Autogrill spa, e 1 marzo 2006 è distaccato in quota Uiltucs Nazionale nel Coordinamento Nazionale Autostrade. Oltre al lavoro svolto nel settore, si è occupato di Comitati Aziendali europei, diventando nel 2013 segretario del Cae Autogrill, e coordinatore Effat (Federazione sindacale europea del Turismo).

Ha inoltre pubblicato una serie di ricerche per l’Ente  Bilaterale Nazionale del Turismo e L’Ente Bilaterale del Commercio sulle seguenti tematiche: Stress da lavoro correlato, Responsabilità sociale d’impresa, Comitati aziendali europei, Formazione professionale in ottica europea, lo sviluppo delle ICT nel settore turismo, sulle piattaforme digitali del commercio e sul dialogo sociale nelle multinazionali europee.

Dal 2016 fino al 2019 è stato componente della Commissione Certificazione delle competenze presso Ebincolf per il settore delle Colf, Baby sitter e Badanti.

Svolge diverse docenze per Fondi interprofessionali di formazione continua in tema di “Diritto del lavoro”, e di “Comunicazione efficace in ambito RLS” in quota UIL in un progetto di Formazione per RLS finanziato dall’INAIL ed organizzato dalle tre confederazioni.

Attualmente in Uiltucs si occupa delle procedure di L. 428 e L. 223, ed ha incarichi verticali in aziende del Commercio e del Turismo.

Vive a Roma.

Share